Ancit
 

Da sabato 17 settembre 2011 l'IVA sale al 21%

 Il Ministero dell'Economia e delle Finanze comunica che il decreto-legge 13 agosto 2011 n.138, recante "Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo", con le modifiche apportate dalla legge di conversione 14 settembre 2011 n. 148, è stato inviato per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale di domani 16 settembre 2011. (Comunicato stampa della sera del 15 settembre).

Tradotto in parole povere, da domani sabato 17 settembre 2011, l'aliquota ordinaria IVA non sarà più del 20% ma sale al 21%.

Restano invariati i beni soggetti al 4% e al 10%, le operazioni esenti, fuori campo, non imponibili e non soggetti;

 nessuna modifica neanche alla misura delle ritenute Irpef che restano al 20% per i professionisti e al 4% da parte di condomini, e banche per lavori di ristrutturazione e risparmio energetico.

I commercianti al minuto dovranno istituire una nuova colonna nella pagina dei corrispettivi del mese di settembre per indicare i totali giornalieri al 21% registrati dalla data del 17/09/2011.

Oggi è l’ultimo giorno in cui si applica ancora l’IVA al 20%.

I prezzi, per i beni soggetti ad aliquota ordinaria, dovrebbero aumentare del 0,833 %.

Ad esempio, un bene che veniva venduto a 120,00 (100,00 + 20,00 IVA) sarà venduto a 121,00 (100,00 + 21,00 IVA).

Infatti 120,00 per 0,833334 % = 1,00.

Altrimenti si può moltiplicare il prezzo del bene o servizio per 1,00833334, esempio 120,000 per 1,00833334 = 121,00.

Indietro


 

Studio  dott. Simonini   ragioniere - dottore in economia - tributarista certificato UNI 11511:2013

Via  Caduti in Russia,  13  - 20086 -  Motta Visconti (MI)  P. IVA 04318200963

Professione disciplinata dalla Legge 4 del 14 gennaio 2013

Associato ANCIT Associazione Nazionale Consulenti Tributari Italiani


 

  Site Map